Le opzioni binarie IQ Option hanno Cannavaro come nuovo testimonial

Azioni Petrolio

Per azioni petrolio si intendono dei titoli azionari legati al settore petrolifero. Ad esempio, una società attiva nell'estrazione o nella distribuzione di petrolio, qualora quotata in Borsa (solitamente lo sono) emetterebbe azioni, che nel gergo sono chiamate azioni petrolifere o azioni petrolio.

Esistono diversi modi per negoziare su titoli petroliferi online, tradizionali e più moderni. Va detto, che se una volta le società di intermediazione finanziaria offrivano soltanto la possibilità di agire in modalità telematiche ma piuttosto farraginose, oggi consentono di operare anche online e tramite piattaforme di negoziazione, dette anche piattaforme di trading.

Possiamo giungere velocemente al sodo descrivendo quali sono i vantaggi e gli svantaggi del trading sul petrolio, per poi vedere in che modo si può operare online:
  • Vantaggi: profitti potenzialmente rapidi per via della volatilità dello strumento, possibilità di godere di numerose fonti informative per ottenere informazioni utili alle previsioni sul prezzo, possibilità di impartire alla piattaforma un ordine di "stop loss" per chiudere automaticamente la posizione qualora si raggiunga una percentuale di perdita prefissata e decisa autonomamente.
  • Svantaggi: perdite potenzialmente rapide per via della volatilità dello strumento, necessità di seguire giornalmente le news finanziarie correlate al prezzo di questa materia prima

Passando alle modalità di trading sul petrolio, vi sono vari strumenti finanziari tra cui:
  1. Futures sul petrolio
  2. ETF Petrolio: sono particolari tipi di fondi i cui titoli sono quotati in borsa come le azioni e perciò alla maggiore sicurezza offerta dai fondi legano anche la grande praticità delle azioni
  3. Azioni delle compagnie petrolifere: è ciò di cui abbiamo parlato nell'introduzione. Si tratta quindi delle azioni delle principali società di estrazione e distribuzione di petrolio.
  4. Opzioni su azioni petrolio: si tratta di strumenti finanziari che consentono di pronosticare se il prezzo del petrolio ad una certa data si troverà in una posizione rialzata o ribassata.

Per contrattare sul petrolio online tramite su tutti gli strumenti menzionati qui sopra si può accedere al sistema di negoziazione internazionale +500 (iscritto all'elenco Consob al n.2912 e 4161).

Prezzo petrolio previsioni

Per fare delle previsioni sul petrolio efficaci occorre considerare sempre la situazione attuale o meglio, la situazione giornaliera. Infatti, il prezzo del petrolio è molto volatile e non a caso chi investe in petrolio o fa trading solitamente fa soltanto questo. Gli specialisti nelle quotazioni del petrolio seguono non solo i movimenti dei prezzi, ma anche:

  • Variabili macroeconomiche tra cui la quotazione del dollaro statunitense e le scorte di petrolio dei paesi grandi produttori
  • Mercati azionari: avvenimenti particolarmente importanti relativi a grandi società petrolifere
  • Evoluzioni degli accordi internazionali: in particolare riferimento all'OPEC
  • Notizie geopolitiche: ad esempio conflitti nelle zone particolarmente produttive

Prezzo del petrolio in tempo reale

Per chi desidera consultare il prezzo del petrolio in tempo reale con riferimento ai futures, rimandiamo alla pagina de Il Sole 24 Ore.

In questa pagina informativa si può visualizzare il grafico del prezzo del petrolio in tempo reale in riferimento ai CFD di una popolare piattaforma di trading. Il prezzo è formato dal prezzo dei futures effettivo, con l'aggiunta di una piccola percentuale di spread, perciò non è esattamente uguale a quello di mercato ma è comunque un costo di gestione molto più basso delle commissioni richieste dalla media degli intermediari tradizionali. Per ulteriori dettagli sullo strumento è possibile cliccare su "Visualizza dettagli completi". Per visualizzare il prezzo del brent, potete scrivere nella casella di ricerca del grafico "Brent Oil".

Oltre ai prezzi dei futures (categoria materie prime) è possibile anche ricercare le azioni petrolio ovvero i titoli emessi dalle società petrolifere e quelle che in un complesso di servizi legati all'offerta di energia includono anche attività legate al petrolio.

Petrolio news

Qui di seguito forniamo delle news sul petrolio che aggiorniamo periodicamente, perciò l'analisi più recente la troverete in cima, seguita da quelle precedenti.

22 Settembre 2016, petrolio al rialzo dopo tassi USA invariati. - I tassi d'interesse degli Stati Uniti vengono mantenuti invariati dalla Federal Reserve e dopo alcuni giorni di febbrile attesa, il prezzo del petrolio torna a salire di colpo, almeno nella seduta del 20 settembre, quando le voci già iniziavano a circolare. Le quotazioni del petrolio greggio sono salite da 42,66$ a 43,95$ in poco più di un'ora e mezza, a vantaggio degli investitori e i trader che hanno puntato sul mantenimento dei tassi USA invariati e del successivo rialzo del petrolio. Non era sicuro al 100%, ma avevamo fissato anche noi la percentuale di probabilità in tal senso ad un 70 contro 30%. Ci auguriamo che tra i nostri lettori vi siano state buone prese di profitto.

Quindi, quando rialzerà i tassi la FED? In molti pensano che comunque la FED rialzerà ancora un po' i tassi d'interesse entro la fine del 2016. Il nostro avviso è che non è una questione di tempo, ma una questione di contesto. Per capire in anticipo quando la FED avrà alte possibilità di rialzare i tassi, occorre partire da quanto viene esposto dalla stessa presidente Janet Yellen a proposito del mancato rilancio. In dettaglio:

  • PIL USA: essendo stato rivisto leggermente al ribasso, è un dato negativo al fine del rialzo dei tassi
  • Disoccupazione: le stime sono in leggera crescita, ma comunque non in diminuzione
  • Inflazione: leggermente inferiore rispetto alle stime fatte a giugno

Questi tre dati, che fanno parte del gruppo dei più importanti fattori macroeconomici da tenere in considerazione nello studio del mercato valutario e del trading sul Forex, evidenziano tutti e tre un peggioramento, seppur lieve. Il rialzo dei tassi, sebbene graduale, è una misura forte. Per dirla in modo ancor più semplice: per correre i 100 metri occorre essere allenati, altrimenti chi mostra dei crampi potrebbe incorrere in problemi più gravi.

L'incertezza farà salire quotazioni oro? In generale, le condizioni di incertezza sui mercati fanno salire le quotazioni dei beni rifugio, tra i quali primeggia l'oro. La domanda di oro è in crescita già da qualche tempo, così come abbiamo evidenziato qualche giorno fa. Anzi, sta toccando dei livelli piuttosto alti. Ora, il fatto che anche gli USA evidenzino qualche "ritardo", potrebbe causare maggiori richieste di acquisto di oro. Da tenere d'occhio, quindi, le quotazioni dell'oro questo weekend e la prossima settimana.

8 Giugno 2016, petrolio e carburante, perché il prezzo sale? - Il petrolio ormai da diverse settimane è tornato a livelli lontani da quelli "catastrofici" toccati all'inizio del 2016. Le quotazioni del greggio infatti viaggiano attorno a quota 50 dollari nonostante vi siano forti dissapori tra i paesi produttori, anche all'interno della stessa OPEC. Proprio di questi giorni la notizia che l'Iran, tornato attivo sul mercato dopo gli accordi stretti con gli USA, ha rotto i nuovi patti presi all'interno dell'OPEC con la ferma intenzione di tornare ai livelli di produzione giornaliera antecedente al 2012, ovvero prima delle sanzioni internazionali.

La questione è semplice. L'Iran fa notare come in questi anni tutti gli altri grandi produttori abbiano fatto incetta di petrolio al costo di fare crollare il suo prezzo, mentre ora che l'Iran è tornato sul mercato, si dovrebbe limitare collettivamente la produzione. All'Iran questo limite non sta bene e quindi ha deciso di bloccare l'intesa dell'OPEC circa i limiti di produzione, presa al fine di far rialzare il prezzo del petrolio.

Ma cosa tiene ancora su il prezzo del petrolio, considerati gli eventi all'interno dell'OPEC? Piccoli eventi. Ad esempio, il dato pubblicato dall'Amministrazione dell'informazione sull'Energia degli USA, che ha evidenziato un calo di 1,4 milioni di barili nelle scorte di petrolio. Il livello delle scorte rappresenta uno dei fattori che giocano a favore del rialzo del prezzo del petrolio.

Quindi, prezzo del carburante in salita, perché?

I motivi del rialzo del prezzo della benzina e del gasolio sono paralleli a quelli del petrolio, anche se ovviamente il mercato non vede l'ora di trovare un qualche appiglio per poter rialzare i prezzi sul mercato. A parlare è il ritorno dell'aumento di viaggi verso la svizzera degli abitanti lombardi, ad esempio, che preferiscono fare un bel pieno oltre confine. Considerati i livelli toccati a inizio anno (meno di 30 dollari al barile), il prezzo della benzina non ha subito ribassi tanto elevati, mentre ora pare riprendere quota vivacemente. Le accise c'entrano, ma fino a un certo punto.

19 Maggio 2016, Trading sul petrolio o azioni ERG? - L'approccio al trading con i CFD su azioni petrolio o energetiche avviene a seconda del proprio stile e dei propri obbiettivi. Chi cerca dei risultati molto rapidi, fa trading sul petrolio poiché soggetto a più ampia volatilità, ovvero i suoi prezzi cambiano rapidamente e con variazioni sensibili. Il trading di CFD su azioni, invece, è adottato quando si segue l'andamento di un'azienda specifica e si pronosticano gli effetti che possono apportare avvenimenti positivi o negativi sul suo titolo.

Qui di seguito, mettiamo a confronto il trading sul petrolio con il trading su azioni ERG che, sebbene si possa inserire nel settore energetico, presenta di fatto degli aspetti che la rendono diversa da altre società come ad esempio ENI.

Prendiamo ad esempio le azioni ERG, perché fare trading? Se prendiamo in considerazione i dati del consensus, ovvero più semplicemente le previsioni degli analisti delle agenzie di valutazione (rating) delle società, le azioni ERG vivono un momento positivo, in quanto queste valutazioni la premiano.  In particolare, i rating sono di BUY per Banca IMI, Equita SIM e Kepler Chevreux, oltre che di outperform da parte di Intermonte. Il prezzo obbiettivo delle azioni (target price), arriva a 15,70€ per Banca IMI, mentre più pacato è quello di Equita SIM (13,70€).

Ovviamente, queste valutazioni possono subire variazioni, ma ciò che conta ai fini di una previsione è l'analisi del settore in base alle caratteristiche produttive e aziendali di una società. Nel caso di ERG, questa è tra i primi operatori in Europa di energia rinnovabile (elettrica da fonte eolica), e di primo piano per la produzione di energia elettrica e termoelettrica, oltre che idraulica. Il suo titolo quindi non dipende particolarmente dalle fluttuazioni del prezzo del petrolio, quanto invece per la sua capacità di innovazione tecnologica, risposta alle esigenze di mercato, investimenti (acquisizione di parchi eolici ecc.).

5 Maggio 2016, Petrolio sale ma è ancora crisi. - Sebbene non sia più ai livelli toccati a inizio anno, sotto i 30 dollari, il petrolio è ancora ben lungi dalla stabilizzazione dei prezzi, che sebbene con qualche boccata d'ossigeno, sembrano essere sospinti verso il basso, o comunque tenuti sotto una certa soglia. In questo caso, la quota 40 dollari che per ora funge da supporto potrebbe diventare la nuova resistenza. Ciò sarebbe accaduto in tempi brevi e probabilmente entro la fine di questa settimana se non si fossero succeduti alcuni eventi, quali l'incendio di una raffineria in Canada e il riaccendersi metaforicamente degli scontri in Libia. Questi eventi hanno portato ad un rialzo superiore al 3% in poche ore.

Prezzo del petrolio, dove si va? Questi avvenimenti non sono altro che un freno alla fisiologica discesa del prezzo del petrolio, date le grandi scorte USA (2,8 milioni di barili a settimana contro le attese di 2 milioni) e i recenti scontri tra grandi produttori, come Arabia e Iran che hanno causato l'aumento della produzione del petrolio a 170.000 barili al giorno. La Russia, infine, cerca di stare al passo e mantenere intatta la sua posizione sul podio della produzione mondiale.

In sintesi, vale la legge del "se tu produci tanto, allora ho diritto di farlo anch'io".

A lungo termine giocheranno due fattori: le risorse, le scorte, gli accordi in base a risorse e scorte. Quando avverranno questi accordi? In una guerra (fredda) del petrolio, non è escluso che ci si arrivi in tempi lunghissimi.

+Traderonlineitalia