IQ Option, opzioni binarie addio. Da luglio solo CFD

0

Così come evidenziato nel precedente articolo sul MiFID 2, le opzioni binarie saranno vietate in Europa a partire dal mese di luglio 2018. A tale cambiamento si sono già preparati da tempo alcuni famosi broker di opzioni binarie quali 24option e IQ Option, che hanno cambiato la loro offerta con i CFD.

24option offre solo CFD da circa 1 anno. IQ Option invece offre ancora le opzioni binarie, insieme ai CFD. Dal 1 luglio 2018, tuttavia, l’offerta comprenderà soltanto i CFD.

A tal proposito, va evidenziata la grande varietà di CFD offerti da questo broker, che presenta numerosissimi CFD su azioni (oltre che Forex, materie ecc.) specialmente per quel che riguarda il mercato USA.

Perché vengono proibite le opzioni binarie?

La decisione da parte dell’Unione Europea e dei suoi organi di vietare l’offerta delle opzioni binarie sul territorio europeo, si basa sulla volontà di tutelare maggiormente gli investitori e i trader. Le opzioni binarie sono state ritenute strumenti troppo a sfavore dei trader, poiché le percentuali di profitto, in caso di esito favorevole, sono troppo al di sotto della parità e le statistiche non giocano a favore dei broker.

Ad esempio, una opzione che offriva un profitto percentuale dell’80% in caso di esito favorevole, avrebbe offerto un profitto di 18 euro con un investimento di 10 euro. Il possibile profitto pari a 8 euro, mentre la possibile perdita pari a 10 euro.

Inoltre, vi sono stati sempre diversi aspetti ambigui da chiarire, soprattutto circa eventuali conflitti d’interesse da parte dei broker, soprattutto quelli meno conosciuti e controllati.

I broker non sono tutti uguali e ora l’offerta cambia

Rispettosi delle nuove normative, quindi, i broker autorizzati ad operare sul territorio europeo e in Italia, hanno ovviamente convenuto nell’eliminazione delle opzioni binarie. Lo stesso faremo noi di Traderonlineitalia.com, menzionando, così come abbiamo sempre fatto, solo ed esclusivamente broker regolamentati a livello europeo e autorizzati ad operare in Italia, rispettosi di tutte le regole imposte dalla UE.

I summenzionati broker, IQ Option e 24option, ovvero tra i più famosi fornitori di opzioni binarie, quindi, offrono ormai da tempo i CFD.

Ricordiamo che con i CFD i risultati economici netti di ogni operazione sono proporzionali alle performance dello strumento sottostante.

Differenze tra opzioni binarie e CFD

Riproponiamo qui alcune delle principali differenze tra opzioni binarie e CFD.

I CFD non hanno scadenza (tranne alcuni casi particolari*) e perciò le posizioni si possono chiudere quando lo si ritiene opportuno. I risultati economici, profitti e perdite, dipendono dall’andamento dell’asset sottostante sul quale si negozia. I CFD sono dotati di leva, che consente di negoziare su un determinato strumento utilizzando un capitale inferiore a quello richiesto da un investimento tradizionale. L’eventuale profitto dipende dalla performance del sottostante ed è illimitato.

Le opzioni binarie hanno una scadenza, decisa dall’utente. Le posizioni vengono quindi chiuse alla scadenza predeterminata. I risultati economici dipendono dall’esito finale della previsione, che può essere generalmente di tipo “alto” o “basso”, rispetto al prezzo di apertura. Le opzioni non sono dotate di leva. L’eventuale profitto è predeterminato e limitato alla percentuale accettata prima dell’apertura.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.