INIZIA IL TRADING SU CRIPTOVALUTESCEGLI COME INIZIARE
Scarica Plus500

Plus500 è una delle piattaforme più note per il trading online su criptovalute. La società è quotata nella sezione AIM della Borsa di Londra, regolamentata da CySEC (licenza n.250/14), adeguata al MiFID, iscritta al registro CONSOB e operativa in Italia dal 2008.

Consente di negoziare su: Bitcoin, Bitcoin Gold, Bitcoin Cash, Ethereum, Ripple, Dash, NEM, Litecoin, Monero, Z-Cash, NEO.



CONTO DEMOCONTO REALE

Gratuito

A tempo illimitato

Anonimo

Senza contratto

Senza rischi (fondi virtuali)


Facoltativo

Demo sempre disponibile

Adatto anche per piccoli budget

Sei protetto dal saldo negativo

Supporto via chat

Prova Ora Iscriviti



SELEZIONA UNA CRIPTOVALUTA E OPERA CON LA PIATTAFORMA DI TRADING CFD PLUS500
Trading su Bitcoin Trading su Bitcoin Cash Trading su Bitcoin Gold Trading su Dash Trading su Ethereum Trading su Litecoin Trading su Monero Trading su Ripple Trading su Z-Cash Trading su NEO
Il capitale è a rischio. Le criptovalute sono soggette a variazioni di prezzo molto elevate.

Ripple, cosa è, come comprare e fare trading

Quando si parla della criptovaluta Ripple occorre fare una precisazione circa i termini che definiscono la sua terminologia.

Ripple è infatti un protocollo di pagamento, in cui protagonista è una valuta digitale, la XRP. I punti forti di questo sistema sono l'accesso (connettività attraverso network di pagamento), la velocità che consente trasferimenti istantanei, la certezza (tracciabilità in tempo reale dei fondi), i bassi costi.

In questo articolo vi spiegheremo cosa è Ripple, come funziona e in che modo consente di effettuare operazioni di scambio o di lucro. A tal proposito, così come evidenziato in articoli precedenti, i Ripples sono presenti anche sulle piattaforme di trading come la piattaforma di trading CFD Plus500.

Cosa è Ripple

Riprendiamo quanto accennato dall'introduzione. Scopriamo come mai il Ripple è stato insignito del premio "Technology Pioneer" (pioniere tecnologico) da parte del World Economic Forum nel 2015, quindi da "tempi non sospetti", precedenti al boom delle criptovalute.

Ripple è quello che in inglese viene definito RTGS, ovvero Real-Time Gross Settlements, che in italiano si può tradurre come un sistema di trasferimento fondi in tempo reale. E' al tempo stesso un network di scambio valute e di rimesse, ovvero di trasferimenti di denaro verso l'estero. Così come per altri sistemi associati a criptovalute, anche Ripple è stato progettato su un protocollo Internet di tipo open source. Si vanta anche di quella che autodefinisce come la più avanzata tecnologia blockchain, scalabile, sicura e interoperante tra network differenti.

Alla base di questo sistema vi sono i "ripples", che in italiano ovviamente diventano "ripple", ovvero le unità dell'omonima valuta digitale.



Questo sistema è stato introdotto nel 2012 con lo scopo di offrire la possibilità di eseguire transazioni finanziarie a livello globale, gratuitamente, senza costi a prescindere dall'importo delle stesse.

Queste caratteristiche non potevano lasciare indifferenti le istituzioni bancarie più attente a determinati fenomeni digitali, ragion per cui oggi Ripple catturò l'interesse di banche quali UBS, Unicredit e Santander, che hanno iniziato ad utilizzarlo. Questo successo ha attirato ulteriori banche e network di pagamento al fine di sfruttarlo per il proprio sistema di trasferimenti. Altri esempi? Crédit Agricole, American Express, Axis Bank, MUFG (Bank of Tokyo), RBC e tante altre.

Per le banche, in particolare, il sistema Ripple presenta molti vantaggi rispetto ad altre criptovalute tra cui il Bitcoin, tra cui la sicurezza. A proposito della sicurezza, non si parla solo delle transazioni ma anche del network, che può operare anche senza la società Ripple, in quanto non può essere "spento". Tra i suoi validator ovvero gli esperti informatici che ne controllano periodicamente il codice per correggere eventuali errori, vi sono grandi soggetti tra cui il MIT (Massachussets Institute of Technology) e diverse tra società e fornitori di servizi internet.

Comprare ripple, trading ripple, trading su ripple

Sulla pagina ufficiale di Ripple si può accedere alla sezione relativa all'acquisto di ripple. A tal fine vi sono due tipi di acquisto: istituzionale (per banche, provider di servizi di pagamento e istituzioni), oppure individuale. Qui troverete le diverse piattaforme di scambio di XRP che potrete selezionare e utilizzare.

Proprio le piattaforme di scambio XRP rappresentano le piattaforme di trading ripple, ovvero dello scambio di valute digitali ripple.

Per chi è invece interessato non tanto alla valuta digitale, ma alla possibilità di produrre risultati economici in base alle variazioni del suo prezzo, vi è la possibilità di fare trading su ripple con le piattaforme trading CFD tra cui il sistema internazionale di negoziazione Plus500.