Le opzioni binarie IQ Option hanno Cannavaro come nuovo testimonial

IPO Snapchat, azioni su Plus500

Così come successo per le azioni Ferrari alla fine del 2015, arriva un'altra IPO che sta già facendo parlare di sé da molto tempo ormai. Ci riferiamo alla IPO di Snapchat, o più precisamente di Snap, la società con sede a Los Angeles valutata inizialmente 10 miliardi di dollari dopo l'offerta di Facebook, mentre ora ne vale più di 18. Si tratta di un vero e proprio colosso della comunicazione che ha superato anche Twitter in quanto a utenti e messaggi, con un target pressoché giovanile. Nel 2016 ha fatto registrare oltre 10 miliardi di video visualizzati ed è tutt'ora in forte crescita ed è già aperto agli inserzionisti, ragion per cui registra anche entrate, oltre che utenti.

Per fare trading sulle azioni Snapchat non poteva mancare all'appuntamento la piattaforma CFD Plus500, testabile gratuitamente a tempo illimitato, senza costi né obblighi, che consente di negoziare al rialzo e al ribasso su migliaia di titoli di tutto il mondo. Facciamo presente che la IPO di Snap si terrà domani, 1 marzo 2017, e che come le altre IPO in generale rappresenta un momento di potenziale fermento del titolo, che potrebbe quindi avvantaggiare soprattutto chi negozia il primo giorno, o i primissimi giorni, fin quando il prezzo non si assesta. Il primo giorno, comunque, si rivelò ad esempio ottimo per le azioni Ferrari, che la stessa piattaforma Plus500 consentì di negoziare.

Come vedremo nel corso dell'articolo, questa IPO ha messo in risalto sia vantaggi che svantaggi per un investimento tradizionale, mentre potrà risultare sicuramente più interessante per il trading a brevissimo termine, ad esempio, nell'intraday di domani, giorno della IPO, quando le variazioni di prezzo saranno potenzialmente più rapide e quindi offriranno occasione di profitto a chi prevede la giusta direzione di mercato.


PROVA IL TRADING SU SNAPCHAT
Prova a fare trading su Snapchat con una piattaforma CFD professionale, fornita dalla società Plus500, con leva 1:10 che ti consente di negoziare con un decimo del capitale richiesto per un investimento tradizionale. Puoi negoziare al rialzo e al ribasso, chiudendo l'operazione quando meglio lo ritieni opportuno. Quotata sulla Borsa di Londra, è al top del settore per la varietà di strumenti negoziabili offerti. Si tratta di un broker autorizzato, regolamentato CySEC, che si attiene alla normativa europea MiFID, ed inoltre iscritto all'elenco Consob (n.4161). La sua piattaforma è facile da utilizzare e offre spazio sia ai principianti, che possono praticare gratuitamente in modalità demo e imparare sul campo, sia agli utenti più esperti grazie ai numerosi indicatori tecnici applicabili in modalità 1-clic. Scegli la modalità a te più congeniale, tenendo ben presente che nella modalità reale si è esposti ai rischi connessi al mercato finanziario.
MODALITA' DEMO
MODALITA' REALE
Gratuita
senza impegni/obblighi

Stesse condizioni
di contrattazione
della modalità reale

Richiede una email
e 30 secondi di tempo
Deposito minimo 100€
(totalmente negoziabile)

Bonus 25€ senza deposito
e fino a 7.000€ sul primo
(T & C. applicati) 

Depositi e prelievi con
carte, Paypal, bonifici
senza limiti di tempo
e 20.000€ virtuali
con demo inclusa
sempre disponibile


Cosa è Snapchat

Per chi non fosse ancora a conoscenza di questo fenomeno, si tratta di un servizio di messaggistica simile al più vecchio Whatsapp, ma che consente di inviare agli utenti della propria rete delle foto, video e messaggi di testo visualizzabili solo per un giorno. A questo si aggiunge anche un sistema di pagamento chiamato Snapcash, che consente di effettuare pagamenti online. Agli investitori e ai trader online comunque interessano aspetti più pratici, come ad esempio il suo potenziale di redditività. Ebbene, questa app ha dimostrato di avere una imponente capacità di guadagnare tramite le pubblicità, cosa che non sempre riesce. Uno dei segreti del suo successo è che riesce a far leva sui più giovani, che tra l'altro stanno crescendo continuando ad usare Snapchat, con portafogli maggiormente colmi e indipendenti. C'è già chi la definisce una macchina da soldi e molti investitori hanno alzato il naso all'insù, avvicinandosi ormai da tempo a questa realtà e alla IPO Snapchat.

Numeri di Snapchat

Nell'ultimo trimestre del 2016, Snapchat ha triplicato l'entrata media che ottiene da ogni singolo utente giornaliero. Si stima che nel caso in cui esso raggiunga la stessa media di Facebook (riguardante appunto il profitto medio per ogni utente ottenuto tramite inserzioni), le entrate salirebbero di ulteriori 5,5 miliardi di dollari l'anno. Più di 3/4 degli americani tra 18 e 24 anni dotati di uno smartphone usano Snapchat almeno una volta al mese (fonte comScore). Snapchat afferma che nell'ultimo trimestre 2016 i suoi utenti hanno speso in media più di 30 minuti al giorno su Snapchat. La percentuale di affezione è passata dal 38% al 78% nella fascia 18-24, dal 12% al 48% nella fascia 25-34, dal 4 al 31% tra chi ha più di 35 anni.

Elementi a sfavore

Non tutto gioca a favore della IPO di Snapchat, che infatti ad esempio ha visto crescere vertiginosamente il tasso di crescita dei suoi utenti giornalieri nel secondo trimestre 2016, vedendolo poi calare di molto nel terzo e nel quarto trimestre. Si noti bene che parliamo di tassi di crescita, non di utenti in meno. Un altro fattore è quello dei flussi di cassa, che vedono Snapchat con delle spese attuali che vanno letteralmente a bruciare i guadagni, ragion per cui si vuole ingrandirla. Qui si spaccano gli analisti tra "big is better" e "big isn't better". Ad ogni modo, anche per questo noi siamo più propensi al trading online su azioni Snapchat nei primi giorni della IPO, piuttosto che all'investimento, a cui si potrà pensare in un secondo momento.