Le opzioni binarie IQ Option hanno Cannavaro come nuovo testimonial

MPS Azioni, aumento del capitale e scudo

Giorni frenetici per le azioni MPS e per gli azionisti, poiché l'aumento del capitale programmato ha dato luogo a sussulti seguiti da voci di corridoio che hanno amplificato il potenziale effetto sul titolo della Banca del Monte dei Paschi di Siena, a cui si aggiunge la chiusura della conversione dei bond. Intanto, dal governo arrivano 20 miliardi per le banche, anche se per gli analisti di Bloomberg una pulizia a dovere richiederebbe 52 miliardi, di cui soltanto 20 sarebbero reperibili sul mercato.

Insomma, si rinnova l'associazione ormai solita "MPS - Patata bollente", che come il natale ritorna di anno in anno, da diversi anni. Padoan ha assicurato che saranno comunque tutelati i risparmiatori, promettendo impatti "minimizzati o inesistenti" in caso di interventi.

Nel corso degli ultimi cinque giorni di contrattazione, le azioni MPS sono passate da quota 20,55 di giovedì 15 dicembre, a quota 18,30 di martedì 20.

Oggi, martedì 21 dicembre, il titolo ha aperto a quota 18,40 ed è crollato fino a quota 15,17 (ore 11:40) per poi rimbalzare fortemente e superare quota 17 alle 12:00. Sarà una giornata particolarmente interessante.

Aumento capitale MPS

Nella giornata di domani, giovedì 22 dicembre 2016, verrà chiusa in modo definitivo l'operazione di aumento di capitale di MPS. Tuttavia, per chi negozia su azioni MPS già da oggi arriveranno notizie sulle effettive probabilità di buona riuscita dell'operazione. Per ora le prospettive non sono ottimali ma non è certo un dato definitivo. Ciò che l'amministrazione si augura è di arrivare ad una conversione di bond compresa tra 1 e 1,5 miliardi.

In tal senso potrebbe avere peso lo scudo salva-banche in questi giorni tra i lavori parlamentari, con il quale il governo contrarrebbe 20 miliardi di debito in più rispetto alla vecchia quota al fine di utilizzarli come supporto alle banche in difficoltà. In modo più specifico, tale scudo è pensato per supportare la liquidità degli istituti e intervenire direttamente nelle ricapitalizzazioni. In sintesi: sembra una manovra pensata appositamente per Montepaschi.

E' giusto, per completezza d'informazione, specificare che in questa direzione si è mossa la maggioranza, mentre Forza Italia e Lega si sono astenute e il Movimento 5 Stelle ha votato contro la proposta. Lo scudo, per poter diventare esecutivo, dovrà essere approvato dal Parlamento con la maggioranza assoluta.

Bloomberg la vede nera

Come accennato nell'introduzione, Bloomberg ritiene l'aiuto da 20 miliardi insufficiente per ripulire i danni delle svalutazioni causate dalla cessione dei crediti deteriorati, Per le analisi finanziarie dell'agenzia Bloomberg, vi sarebbe un ammanco di 32 miliardi. Se sia effettivamente giusta come previsione e analisi poco importa, perché la certezza rimane solo una: parleremo ancora delle azioni MPS e dei suoi conti in difficoltà. Ci auguriamo che l'amministrazione e lo Stato (ormai ci sta dentro fino al collo), possano trovare delle soluzioni soddisfacenti per il lungo termine.