Le opzioni binarie IQ Option hanno Cannavaro come nuovo testimonial

Prezzo del Petrolio sprofonda, Borse al ribasso

Il prezzo del petrolio sprofonda ancora, occasione di trading?Il prezzo del petrolio scende ancora e si avvicina sempre più verso quota 30 dollari al barile. La famosa banca d'investimento Morgan Stanley stima che potrebbe arrivare anche sotto quota 20$. Tutto ciò sta frenando i mercati, anche se sotto alcuni punti di vista il calo del prezzo del petrolio può far bene. Infatti, può sicuramente far bene alla produzione dei paesi importatori, Italia inclusa, oltre che alle tasche dei consumatori di carburante. Infatti, sebbene il prezzo del carburante oggi sia abbastanza basso, potrebbe esserlo già molto di più (accise incluse). Ad ogni modo, lasciamo il discorso del prezzo della benzina ai telegiornali nazionali, anche se non fa più presa come una volta, in quanto a far notizia fanno soprattutto i picchi.


Per fare trading sul petrolio, al rialzo o al ribasso, consigliamo la piattaforma Plus500.
Prova la demo gratuita, senza rischi e senza alcun impegno.


Correlazione tra petrolio e dollaro

La correlazione tra petrolio e dollaro ha colpito ancora. Per chi non fosse pratico, la correlazione è la relazione che vede il prezzo di due strumenti finanziari muoversi generalmente secondo alcune logiche che vanno a influenzare reciprocamente entrambi gli stessi strumenti. L'esempio più famoso è proprio la correlazione tra prezzo del petrolio e il dollaro. In questo caso, si tratta di correlazione inversa, quindi al rinforzarsi di uno, vi è (generalmente) un indebolimento dell'altro. Ora, dato che poche settimane fa la FED ha alzato i tassi d'interesse USA, era molto probabile che il petrolio avrebbe subito qualche effetto. Così è stato. Tale correlazione mette in moto diverse scuole di pensiero. Una delle più accreditate è quella che vede un deprezzamento del petrolio dal 10 al 25% per ogni +5% ottenuto dal dollaro.
La correlazione inversa tuttavia non è il solo elemento ad aver influenzato il prezzo del petrolio. Infatti, il prezzo del greggio era già abbastanza affossato dalla sovrapproduzione e quindi dall'eccesso di offerta, degli USA prima, dell'Arabia Saudita poi. C'è in corso una sorta di guerra al prezzo più basso, che penalizza tra l'altro i paesi esportatori più piccoli e in particolar modo quelli sudamericani.  

E' il momento di fare trading sul petrolio?

La pratica del trading sul petrolio online è ormai nota da tempo. Il prezzo del petrolio è infatti molto volatile e negli ultimi 3 anni ha dato spettacolo. Oggi, con il prezzo del petrolio che è sceso ancora una volta a picco in pochi giorni, gli utenti delle piattaforme di trading che hanno puntato al ribasso hanno potuto sicuramente godersi il momento. Stando a quanto dice Morgan Stanley, c'è ancora margine per fare trading e quindi profitto.
Per fare trading sul petrolio online si può utilizzare la piattaforma +500. Potrete fare trading sul greggio con approccio anche a brevissimo termine, con la possibilità di chiudere le posizioni aperte in pochi minuti, ore, in giornata, in pochi giorni (a vostra scelta).

+Traderonlineitalia