Le opzioni binarie IQ Option hanno Cannavaro come nuovo testimonial

Trading venerdì 29 maggio 2015

Ottima giornata per il trading online da casa, che vede diversi elementi da considerare per effettuare pronostici e ottenere vantaggio economico in tempi brevi tramite le variazioni di prezzo di indici e coppie valutarie.
Si tratta di una giornata sicuramente decisiva per i mercati che si trovano ad affrontare delle situazioni sia positive che negative, oltre a quelle in bilico. Queste situazioni sono legate a diversi elementi:
  • PIL Italiano
  • Economia Europea
  • Debito Greco
  • Dati macro USA
Oggi, venerdì 29 maggio 2015, è sicuramente uno di quei giorni di congiuntura in cui arrivano tante notizie contemporaneamente. Per questo, chi  ha già una posizione aperta e non è sicuro delle proprie previsioni può tranquillamente chiudere la propria posizione oppure andare con un bell'hedging contro una possibile volatilità, ovvero una strategia di copertura. In cosa consiste? Aprire una posizione sullo stesso asset, stesso importo ma in direzione opposta.

Ora, andiamo per ordine e iniziamo dall'Italia.

PIL Italiano, Istat conferma

Oggi è arrivata la conferma dell'ISTAT a proposito del PIL italiano nel primo trimestre, un dato di cui si era già avuto un preliminare. Ciò conferma che il momento per il belpaese è favorevole, anche se ciò avviene non tanto per meriti di governo quanto per una congiuntura favorevole che ha visto il calo del prezzo del petrolio aggiungersi all'avvento del Quantitative Easing. Il Jobs Act non riesce ad avere ancora un peso determinante nel mondo del lavoro e sui dati sulla disoccupazione, perciò preferiamo mantenere i piedi sulla terra e attenerci a qualcosa di davvero tangibile, ovvero il petrolio e il QE. Fin quando il petrolio rimarrà basso, il PIL non potrà fare altro che restare su buoni livelli. Il Quantitative Easing di Draghi sta aiutando le nostre banche e l'inflazione, ed infine si aggiunge anche il cambio più favorevole con il dollaro, fattore che sicuramente tiene più alti gli investimenti dall'estero. Le tasse sono ancora incredibilmente alte, ma per ora non si vedono spiragli in questa direzione. IL FTSE Mib non potrà fare altro che salire, dati questi fattori e considerata anche la previsione del PIL allo 0,7% fornita dal governo per il 2015. Tuttavia, c'è una piccola ombra chiamata Grecia, che per l'Italia potrebbe costare anche 20 miliardi.

Borse Europee e Debito Greco

I listini Europei possono contare su alcuni buoni dati come ad esempio il consumo tedesco, tuttavia la questione della Grecia tiene tutti con il fiato sospeso, soprattutto i paesi detentori dei crediti più elevati. La Grecia, impersonificata nelle persone di Tsipras e ancor più di Varoufakis per quanto riguarda i rapporti con l'Europa, gioca al tira e molla con dichiarazioni che definire speculative potrebbe non apparire così sconcio. Ebbene, un giorno si dichiara di non poter pagare i debiti, il giorno dopo si parla di accordi. Non è solo giornalismo, è una questione di interessi e di strategie. Varoufakis prende tempo, oltre che denaro, ma alla fine il risultato è che il pessimismo aumenta e sono ancora in pochi a credere che la Grecia potrà pagare i propri debiti. Si parla ancora più insistentemente di Grexit e di default. Ognuno è libero di pensarla come vuole, ma per l'Italia dobbiamo sperare di non pagare altri 20 miliardi per il default dei nostri dirimpettai. Non si deve fare strozzinaggio, ma occorre essere sicuramente più chiari poiché i mercati e gli investitori hanno bisogno di certezze e non di dichiarazioni o scoop.

Dati macro USA

Oggi si aspettano dei dati importanti dagli Stati Uniti: alle 14.30 arriveranno i dati sul PIL Preliminare del primo trimestre. Si tratta di un dato molto importante perché darà davvero un'idea sulla ripresa, se ci sia o meno. Le Borse Europee, dal canto loro, confermano tale ipotesi, ma lo slancio vero potrebbe arrivare con dei dati USA incoraggianti, che incoraggino cioè oggettivamente gli investimenti a tutto spiano, da qualsiasi direzione e in qualsiasi direzione. Per l'Italia, così come per l'Europa, si tratta di notizie importanti, che influiranno sicuramente sulle borse per il proseguio della giornata. Occhio! Tali dati appunto perché rilevanti saranno ottimi per effettuare delle negoziazioni in Borsa sugli indici europei oltre che sull'EUR/USD. Per trarre profitto dalla variazione dei prezzi si può negoziare da casa tramite il sistema internazionale di negoziazione Plus500, scegliendo l'asset che si desidera (un indice azionario, una coppia valutaria ecc.). Agite d'anticipo o aspettate l'orario per negoziare e trarre profitto dalle variazioni con il giusto pronostico. Tenete conto di questi fattori:
  • Si può fare profitto anche in pochi minuti
  • Si può approfittare di un bonus senza deposito e sul deposito
  • Se desiderate non rischiare nulla, provate con un conto demo con soldi virtuali.
  • Se invece desiderate provare a trarre vantaggio economico in pochi minuti o poche ore, scegliete la modalità reale.
  • L'utilizzo della piattaforma di negoziazione è gratuito
  • Si può partire anche con un piccolo budget
  • Con soldi reali si può perdere quanto investito. Consigliamo di attivare la funzione stop loss (dai dettagli dell'operazione) per impostare un massimale di perdita e non intaccare il capitale disponibile più di quanto pianificato.

Visitaci su Google+