Le opzioni binarie IQ Option hanno Cannavaro come nuovo testimonial

Non si vive di solo PIL

Oggi per l'Italia e gli italiani c'è un bel regalo: uno -0,2% di PIL e l'ombra sempre più calcata della recessione. Questo dato è effettivamente sintomo di recessione ma non è tanto questo a preoccupare quanto tutto ciò che c'è dietro. Dietro il termine PIL non c'è soltanto un acronimo (Prodotto Interno Lordo) ma c'è un intero paese, un'intera storia, tanta gente che cerca di dare il meglio di sé in ciò che fa, tanti che semplicemente sopravvivono, tanti altri che cercano di far sopravvivere la propria famiglia. Si va dallo studio e la produzione nel campo tecnologico sino al semplice commesso di una salumeria. Tutti quanti dietro una bandiera, quella italiana, che oggi si sintetizza in un dato macroeconomico importante, il PIL.

Ma il problema è il PIL o tutto ciò che c'è dietro? Domanda banale. Risposta assolutamente non banale.

Perché l'Italia non cresce, a differenza degli altri stati europei? Perché continuiamo a pagare prezzi più alti di quelli che ci possiamo permettere? Perché non riusciamo a creare una manovra economica di crescita coraggiosa? E' davvero l'Europa il problema della nostra recessione? Come mai non lo è anche per gli altri?

Forse dovremmo guardare meglio noi stessi, il nostro paese, più che incolpare sempre l'Europa per tutto. La soluzione può essere semplice, a volte, ma non riguardare l'EURO, bensì GLI EURO che le nostre casse non vedono per via della sempre altissima evasione fiscale, che non consente allo stato di progettare grandi manovre per la crescita di cui avremmo vitalmente bisogno. Perché non attuare provvedimenti per una totale tracciabilità? Perché non attuare provvedimenti drastici?

L'Italia è ormai da troppi anni la Repubblica della elasticità. L'attuale classe politica è più preoccupata a twittare o come meglio apparire "popolare" in TV, che prendere provvedimenti che vadano a colpire chi fa i propri comodi. E attenzione: qui non si fa alcun verso alla Fornero, non c'entrano i pensionati o chi è prossimo alla pensione. Si parla di chi continua ad approfittarsi di un sistema di controllo deficitario.

Servono più aiuti alle imprese, serve più stato. Al momento, lo stato non c'è.

Così non va proprio.
Visitaci su Google+